I “gatti” di Pizzo

Strati Festival 2016 - I  "gatti" di Pizzo

"Nel tuo stesso paese troverai tante di quelle cose che non basterà la vita intera per raccontarle". (Rembrandt)

Un’opera apparentemente “leggera” che porta l’osservatore alla scoperta di Pizzo, abituandolo a guardare con attenzione ogni angolo e a sviluppare quella “curiosità”che arricchisce non solo il turista  ma anche il paesano.
Nella loro apparente semplicità i “Gatti” hanno delle caratteristiche uniche:

- Per quanto mi risulta, non esiste niente di simile non solo nel campo della realizzazione di opere di street art, quasi sempre pittoriche, ma anche nella scultura ambientale;
- L’opera è stata pensata in funzione, non solo della sua collocazione ambientale, ma anche umana infatti è subito stata “adottata” dai cittadini che mi auguro ne abbiano cura.


Infine in quest’opera ci sono i punti fondamentali del mio essere artista:


La curiosità, che mi porta a guardare con occhi di bambino tutto ciò che mi circonda;
L’umiltà, di ascoltare il genius loci dei luoghi prima di iniziare qualsiasi opera;
La perseveranza di non mollare e plasmare il ferro,il marmo o il bronzo per dare vita  ai miei sogni;
Infine la mia etica di artista "donare bellezza".        

Antonio La Gamba

 

Questo sito internet fa uso di cookies tecnici propri al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Approvo